Scoprimo insieme i siti UNESCO di Seychelles!

Le Seychelles sono un vero e proprio museo a cielo aperto, un paradiso dalla vegetazione lussureggiante. Per questa ragione hanno adottato una precisa politica ambientalista: più del 50% del territorio infatti è considerato parco nazionale o riserva naturale.

In questo contesto si collocano i due siti UNESCO presenti a Seychelles verso i quali il flusso turistico è limitato in un’ottica di rispetto degli ambienti.

Se siete interessati all’esplorazione delle riserve speciali e delle aree protette inserite Aldabra e Vallée de Mai nel vostro programma di viaggio, non ve ne pentirete!

 

Aldabra

 

L’atollo di Aldabra divenne Patrimonio dell’Umanità UNESCO nel 1982.

Si tratta di un esempio unico di atollo corallino sollevato il che lo ha reso inaccessibile per lungo tempo permettendogli di sviluppare processi evolutivi ed ecologici incredibili. La sua lontananza e l’inaccessibilità da parte dell’essere umano ha permesso all’Oceano di esprimersi al massimo in tutta la sua stupenda biodiversità, animale e paesaggistica.

Aldabra ospita la più grande popolazione di tartarughe giganti del mondo, si parla di circa 152.000 esemplari.

 

Come arrivare ad Aldabra

 

Trattandosi di un atollo remoto e fragile a circa 1000 km da Mahe è necessario ricevere un’autorizzazione preventiva dalla SIF.  L’accesso all’atollo è limitato a zone specifiche.

Aldabra è raggiungibile con un viaggio in barca di alcuni giorni oppure con un volo charter che vi porterà ad Assumption e poi da lì percorrere gli ultimi 45 km in barca. Non ci sono voli di linea su Aldabra, è necessario acquistare un volo charter dalla Island Development Company che gestisce le isole.

A causa dell’attività dei pirati Somali il ministero degli Affari Interni delle Seychelles e la Guardia Costiera hanno posto severe restrizioni ai movimenti delle imbarcazioni a noleggio per cui spesso si viaggia con una scorta di sicurezza.

 

 

Vallèe de Mai

 

Anche Vallèe de Mai è un luogo decisamente unico. Si tratta di una foresta primordiale costituita da circa 6.000 palme di coco-de-mer (frutto di palma che si pensava crescesse solo nelle profondità marine e che possiede il più grosso seme del regno vegetale), alberi esotici e spettacolari uccelli rari come il pappagallino nero.

A Vallèe de Mai è possibile muoversi liberamente, ci sono sentieri escursionistici e un fantastico bel vedere dal quale ammirare il paesaggio a perdita d’occhio.

Questa incantevole e magica foresta è stata nominata Patrimonio dell’Umanità nel 1983.

Come arrivare a Vallèe de Mai

 

Visitare Vallèe de Mai è molto semplice in quanto si trova sulla seconda isola più popolata delle Seychelles

I visitatori possono prendere un bus pubblico per recarsi a Praslin e scendere alla fermata del Visitor Centre. Il Centro è chiaramente raggiungibile anche in taxi o con noleggio auto.